cai

L’Alpinismo sulle montagne di Valmadrera è iniziato a Pianezzo

Oggi sabato 3 ottobre 2020, al Rifugio SEV a Pianezzo, Corni di Canzo, nonostante un tempo da lupi, si è svolta la cerimonia con la presentazione ufficiale della galleria fotografica dedicata agli alpinisti valmadreresi che hanno fatto la storia dell'arrampicata su queste montagne. Una serie di pannelli che resteranno appesi in rifugio ricorderanno a tutti, alpinisti ed escursionisti di passaggio, l'amore e la dedizione di questi personaggi per le montagne di casa.  

L’Alpinismo sulle montagne di Valmadrera è iniziato a Pianezzo, sui Corni di Canzo, proprio nel prato dove adesso sorge il rifugio della Società Escursionisti Valmadreresi. 

Pianezzo è stata la culla dell’alpinismo valmadrerese e dopo la costruzione del Rifugio è diventato il punto di riferimento per ogni alpinista, che ha fatto delle montagne di Valmadrera la sua palestra e la sua casa. 

La sezione del CAI Valmadrera e tutti gli alpinisti valmadreresi sono lieti di dedicare ai Volontari del rifugio SEV questa galleria fotografica, dove si possono incontrare tutti i personaggi che hanno fatto la storia di queste montagne.

——————————————————————————-

The history of mountaineering for Valmadrera has begun with Pianezzo, on Corni di Canzo, precisely in the area where the Società Escursionisti Valmadreresi refuge is located.

Pianezzo has been the cradle of Valmadrera’s mountaineering tradition and, after the construction of the refuge, it has become the home-base of every mountaineer that has elected Valmadrera as his training ground.

Valmadrera, the local CAI section and all his mountaineers are proud to dedicate this photo gallery to the volunteers of the SEV refuge, where all the people that have made the history of these mountains are remembered and celebrated.