cai

W di Walter

ll documentario che la compagna Rossana Podestà aveva ideato come atto d'amore per il compagno della vita sarà proiettato a Milano, allo Spazio Oberdan, giovedi 23 gennaio per la rassegna Alt(r)esere. Il ritratto di un Bonatti privato, assolutamente inedito, meno eroico e più umano.

 

Il primo appuntamento 2014 di Alt(r)esere, rassegna del cinema di montagna, è dedicata a Rossana Podestà; un omaggio all’attrice e alla donna che con Bonatti ha formato una delle coppie più belle e affascinanti del Novecento, recentemente scomparsa.

Di lei parleranno amici e testimoni degli ultimi anni di vita a Dubino e in viaggio, guidati dal giornalista Sandro Filippini, ma soprattutto le immagini: alcuni spezzoni di repertorio e, in anteprima milanese, l’ultimo regalo d’amore che la Podestà ha fatto per il “suo” Bonatti, il film W di Walter, il documentario ideato e realizzato da Rossana con la regista lecchese Paola Nessi, che ci racconta il Bonatti ufficiale, il “Figlio del Bianco” (come lo chiamavano in molti) ma attraverso pellicole dimenticate da anni nel garage della casa di Dubino, e un Bonatti privato, assolutamente inedito, non tanto il protagonista di epiche avventure ma l’essere umano.

“Quello che era Walter, quello che aveva dentro non poteva uscire, schiacciato com’era dal peso dall’attualità, dalla forza di quello che gli capitava. Volevo quindi raccontare un Bonatti diverso” aveva dichiarato Rossana Podestà con la voce bloccata dall’emozione alla prima del film, lo scorso settembre a Trento. Quasi un lascito, un ultimo ricordo prima della morte, il 10 dicembre 2013.

Giovedì 23 gennaio, ore 21,00

Spazio Oberdan, sala Alda Merini – Viale Vittorio Veneto 3 (ingresso da via Tadino) Milano

MM1 (Porta Venezia), MM3 (Repubblica) e Passante Ferroviario (Stazione Porta Venezia)

Ingresso € 7,00 (senza tessera Fondazione Cineteca Italiana): € 5,50 + € 5 di tessera della Fondazione Cineteca Italiana (valida fino al 31 dicembre 2014)