cai

Gita sociale al Piz Kesch

CAUSA CATTIVO TEMPO LA GITA E' ANNULLATA

 

La Sezione CAI di Valmadrera organizza per Domenica 29 Settembre una Gita Sociale alla Chamanna D'Es-cha 2594m con possibilità di salita al Piz Kesch 3418m.

Il Piz Kesch è la montagna più alta delle Alpi dell'Albula nelle Alpi Retiche occidentali. Si trova sul confine tra il Distretto di Maloggia ed il Distretto di Albula nel Canton Grigioni.

E' la montagna più alta a nord dell'Engadina e il panorama di vetta è grandioso e giustamente celebrato. Dal Passo dell'Albula alla Porta d'Es-cha il sentiero è sempre evidente e ben segnalato. Il ghiacciaio non presenta particolari difficoltà, bisogna comunque prestare attenzione ai crepacci. Dalla Porta d'Es-cha la salita dello sperone NE del Piz Kesch sembra molto impegnativa, in realtà, anche se affatto banale, è una divertente arrampicata, mai troppo esposta. La salita può essere effettuata in giornata, il dislivello non è eccessivo, ma per chi arriva da più lontano, ottimo punto d'appoggio è la Chamanna d'Es-cha (2594m).

Ritrovo:

Presso la Sede CAI Valmadrera in Via Fatebenefratelli, 8.

– Alle ore 5,00 per chi sale al Piz Kesch.

– Alle ore 7,00 per chi sale alla Chamanna D'Es-cha.

Le adesioni alla gita (gratuita per Soci CAI, e con una quota di Euro 5,00 per l'assicurazione dei non soci) si ricevono fino a Venerdi 20 Settembre presso la Sede CAI (dopo le ore 21,00).

Accesso:

Da St. Moritz si prosegue fino alla località di La Punt, dove si prende la deviazione per l’Albulapass. Esattamente 2.5 km prima del passo, in località Punt Granda (2256m), si parcheggia in un ampio spiazzo a sinistra della strada.

Descrizione della salita:

Sul lato opposto del parcheggio si imbocca il sentiero segnalato che attraversa in direzione Nord Est l’Alps d’Alvra e conduce alla Fuorcla Gualdauna (2491m). Poco oltre la Fuorcla è possibile ammirare il versante Sud del Piz Kesch, la salita avviene però dal versante Est. Seguendo il sentiero ben marcato e quasi pianeggiante, dentro e fuori dalle ripide coste, si raggiunge il ponte sull’Ova Pischa (2503m). Si prosegue ora sulla sinistra idrografica della Val d'Es-cha, fino ad arrivare alla Chamanna d'Es-cha, dopo circa ore 1,30 di cammino. Il sentiero che dalla capanna conduce verso Nord Ovest alla Porta d'Es-cha (3008m), è su terreno morenico mai faticoso e ben segnalato. Poco sotto la Porta ci sono dei ripidi nevai da attraversare e potrebbero essere necessari i ramponi. La salita della placca rocciosa che conduce al valico, è facilitata da una catena. Dalla Porta d'Es-cha per un breve pendio di detriti si scende sul ghiacciaio. Corda, piccozza e ramponi sono necessari, ci sono diversi crepacci e si procede in direzione dello sperone Nord Est del Piz Kesch. Di solito sul ghiacciaio è sempre presente una traccia, in ogni caso il percorso è evidente. Terminato il ghiacciaio inizia lo sperone roccioso, dapprima si salgono le facili rocce a destra di una rampa nevosa. Poco sopra si traversa a sinistra, al disopra della rampa nevosa (sono presenti anche alcuni spit per assicurarsi). Poi, con percorso intuitivo, leggermente a sinistra del filo di cresta, per canaletti, risalti e cenge, con passaggi di II mai troppo esposti, si arriva in vetta. Circa ore 3,00 dalla Chamanna d'Es-cha. Il panorama che si gode dalla vetta è tale da rimanere a bocca aperta.

Discesa:

Come per la salita.

Ulteriori informazioni in Sede Cai a Valmadrera Via Fatebenefratelli, 8.

[singlepic id=180 w=320 h=240 float=none]

[singlepic id=181 w=320 h=240 float=none]

[singlepic id=182 w=320 h=240 float=none]