bts merchbts merchbts butter mercharmy bombbts army bombbts face maskbts mouth maskbts maskbts face masksjungkook face mask
sh: ps: command not found sh: python3: command not found Gita Sociale al Pizzo Arera 28-09-2014_Cai Sez. di Valmadrera | Cai Sez. di Valmadrera

cai

Gita Sociale al Pizzo Arera 28-09-2014

La Sezione CAI Valmadrera organizza una Gita Sociale al Pizzo Arera

Domenica 28 Settembre 2014

Salita al Pizzo Arera 2512m da RONCOBELLO Valle Brembana  loc. posteggio di MEZZENO 1592m

Ogni autovettura paga un pedaggio di 2€

Ritrovo e partenza:

Sede CAI Via Fatebenefratelli, 8  Valmadrera, alle ore 06,00 con mezzi propri.

Possibilità di percorso escursionistico ad anello sul Sentiero dei fiori fino al Rifugio CAPANNA 2000.

Per chi vuole raggiungere la vetta del Pizzo Arera, è indispensabile il "kit da ferrata".

I partecipanti non soci CAI pagano 5€ per l’assicurazione (obbligatoria).

Per iscrizioni e informazioni rivolgersi a:

PAOLO 349 4484355   –   GIANFRANCO 335 6846782

———————————————————————————–

Pizzo Arera

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

 

Pizzo Arera
PizzoArera1.jpg
Il pizzo Arera visto dal monte Linzone
Stato Italia Italia
Regione Lombardia Lombardia
Provincia Bergamo Bergamo
Altezza 2.512 m s.l.m.
Catena Alpi
Coordinate 45°56′04.41″N9°48′56.81″ECoordinate45°56′04.41″N 9°48′56.81″E (Mappa)
Mappa di localizzazione
Mappa di localizzazione: Italia

 

Pizzo Arera

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Dati SOIUSA
Grande Parte Alpi Orientali
GrandeSettore Alpi Sud-orientali
Sezione Alpi e Prealpi Bergamasche
Sottosezione Prealpi Bergamasche
Supergruppo Prealpi Bergamasche Centrali
Gruppo Gruppo Arera-Menna
Sottogruppo Gruppo dell'Arera
Codice II/C-29.II-B.5.a

Il pizzo Arera, alto 2.512 m s.l.m., è una montagna delle Prealpi Bergamasche situata lungo il crinale che separa la val Brembana dalla val Seriana in provincia di Bergamo.

Lungo detto crinale, da nord a sud, si trovano in ordine i seguenti monti: il pizzo del Diavolo di Tenda, il Diavolino, il pizzo Poris, il monte Grabiasca, il monte Madonnino, ilmonte Cabianca, il monte Valrossa, il monte dei Frati, il monte Aviasco, il pizzo Farno, il monte Corte, il monte delle Galline, il corno Branchino, la Corna Piana, il pizzo Arera, il monte Alben e il Canto Alto.

È accessibile sia da nord che da sud, e la via più breve per raggiungerlo parte a sud del monte, dalla località Zambla Alta. La partenza del sentiero si trova alla fine di una lunga strada a fondo chiuso che percorre da Zambla il lato sud dell'Arera. Qui c'è un parcheggio situato nei pressi di un camping dove, alla fine della strada asfaltata, si comincia a salire verso dei vecchi impianti di risalita non funzionanti. Si arriva alla partenza degli impianti seguendo la carrabile, e da qui si prende il sentiero a sinistra (ovest) fino a raggiungere il rifugio Capanna 2000.

Dietro il rifugio il sentiero si dirama. Scendendo si va lungo il sentiero dei Fiori, che prosegue in direzione nord fino alle baite di Mezzeno, in località Roncobello, mentre salendo ci si arrampica su per un crinale e una volta in cima si prosegue attraverso degli avvallamenti per sbucare ad un muro attrezzato con una scaletta in ferro e, dopo un'ulteriore salita, si raggiunge la vetta. Il panorama dalla vetta spazia soprattutto in direzione sud e verso la val Brembana.

Un'altra possibilità per raggiungere la vetta senza difficoltà eccessive prevede la partenza da Roncobello in località Capovalle, si sale alle baite di Mezzeno, dove si può salire con la macchina anche se non è consigliato, e quindi si prosegue verso per il sentiero dei Fiori fino a raggiungere il rifugio Capanna 2000 dove comincia la salita vera e propria: il giro è piuttosto lungo e può richiedere anche più di un giorno tra andata e ritorno.

Si può infine partire da Valcanale e salire verso il rifugio Alpe Corte, quindi proseguire per il lago Branchino, da lì proseguire fino al passo e collegarsi quindi al sentiero dei Fiori, particolarmente bello e interessante da maggio a luglio. Molto bello inoltre il panorama che si gode dalla vetta sul monte Alben.

Di grande interesse il patrimonio sotterraneo dell'Arera, comprendente estesi sistemi di miniere dismesse e i due più profondi abissi naturali di origine carsica della provincia di Bergamo: abisso La Dolce Vita (dislivello 485 metri) e abisso dei due Increduli (dislivello 635 metri). Le esplorazioni speleologiche sono in costante evoluzione e le scoperte si susseguono da anni.[1]

 

[singlepic id=315 w=320 h=240 float=none]

[singlepic id=316 w=320 h=240 float=none]

[singlepic id=317 w=320 h=240 float=none]

[singlepic id=318 w=320 h=240 float=none]