Sentiero naturalistico “Spaccasassi”

 

XXVIII Corso di Alpinismo Giovanile

30 APRILE – 1 MAGGIO 2000   Pianezzo, rifugio SEV

Sentiero naturalistico “Spaccasassi”

Canzo – Colletta Corni – Rifugio SEV

Dislivello: 750 mt.

 

Da Canzo, piazzale del mercato, si percorre una ripida strada asfaltata fino a che si incontra, sulla sinistra, un sentiero che salendo leggermente taglia i terrazzamenti della località Cranno.

Si incontrano i primi cartelli che descrivono l’ambiente, il territorio, la flora e la fauna. Continuando la salita dopo avere incrociato il sentiero che proviene da Valbrona, si sale verso destra lungo la montagna che sovrasta Cranno. Il sentiero attraversa un bosco misto di betulle, robinie, abeti rossi e castagni. Frequente la presenza di massi erratici, fino a reggiungere il grande “Sass de la Prèa”.

Da qui si gode un bel panorama sulla piana di Canzo, Valbrona e Castelmarte e le cime che circondano i laghi della Brianza.

Si continua a salire nella Val Carbonera fino a quota 1050 mt, dove si incontra un altro masso erratico detto “Mocciolin”. Il sentiero attraversa un bosco di castagni e betulle, per poi scendere leggermente alla Colletta dei Corni. (889 mt).

Si  riprende la salita fino ad incontrare il sentiero n°5. Proseguendo verso destra, sempre in costa e attraversando il bosco, si arriva ad una sorgente. La salita continua fino a raggiungere le case di Belvedere (Costa Bella) e da quì in poco tempo si raggiunge il Rifugio SEV a Pianezzo.

468 ad
This site is protected by WP-CopyRightPro